La strada è libertà, comunicazione, movimento di azioni, emozioni e idee. Sulla strada nascono idee e si sviluppano progetti. Nel 2012 il marciapiede di Via Savona fornisce il suo spunto di rivoluzione a nuovi attori che cominciano ad allestire la loro opera in tre atti. Il primo atto si consuma al civico 13 e si chiama Hambistro. Protagonista il gusto e lo stile di un grande classico: l’hamburger.

Nel 2014 una scintilla di creatività fuoriesce da Hambistro e al civico 15 gli stessi interpreti sono pronti ad andare in scena con il secondo atto. Maido, il primo Okonomiyaky street food in Italia. Un pezzo di Osaka catapultato a Milano.

Nel 2015 è il marciapiede stesso a reclamare il terzo atto, un’estensione non solo geografica ma soprattutto concettuale della filosofia dei due precedenti. E così al civico 13/a si accendono le luci su Amuse Bouche, ironici scampoli di Francia racchiusi in 30 grammi di qualità italiana. 

Ma si sa che dove finisce un marciapiede ne comincia sempre un altro. Se #seguilabocca non puoi sbagliare: all’Arco della Pace, in via Cagnola, si sta preparando una nuova scena da allestire e una nuova storia da raccontare.